Anna Frank, Il Diario, Einaudi

diario anna frank Il “diario di Anna Frank” è un libro simbolo che testimonia la  terribile vita degli ebrei rifugiati, nel disperato tentativo di  sfuggire alle pesanti leggi naziste. E’ un libro che sa’ dare al  lettore mille emozioni: la vicenda comincia il 12 Giugno 1942, il  giorno di compleanno di Anna e questo diario è uno dei suoi  regali. La vita di Anna fino a questi giorni è normale ma con l’ avvento di Hitler al potere deve fuggire con la sua famiglia in Olanda dove deve sospendere gli studi per rifugiarsi in un alloggio segreto con i genitori, la sorella e una famiglia di conoscenti nello stesso edificio dove lavorava il padre. Il diario si articola in una raccolta di episodi quotidiani pieni di inevitabili contrasti dovuti al ristretto spazio in cui i rifugiati erano costretti a vivere e in momenti di spensieratezza ma diventa il confidente maggiore a cui Anna assegna un nome, Kitty. Ora Anna ha tutti i problemi di una adolescente che si ritrova a crescere tra le mura di un piccolo alloggio senza poter vedere gli amici e l’idea di essere costretta a vivere per un anno o più in un rifugio segreto senza amici, senza vedere veramente la luce del sole. E così anche il non poter esprimere i propri sentimenti e le proprie aspirazioni se non in una pagina di diario sembra veramente duro anche solo da immaginare. Esperienze del genere sono durissime e determinanti per il futuro, qualora si riesca a sopravvivere. Questo libro in un certo senso “rinfresca” la memoria su avvenimenti tristi e dimenticati, ma comunque importanti, e inoltre fa comprendere al lettore il valore della libertà, che la famiglia Frank non poteva nemmeno sognare.

Newsletter Powered By : XYZScripts.com